Wednesday, October 31, 2007

LAVORO MINORILE

Enslaved children rescued from GAP sweatshop


clikka sull'immagine per l'ingrandimento

Lavoro infantile, Marchi occidentali sotto accusa

Avevano solo 10 anni e lavoravano sino a sedici ore al giorno i bambini sfruttati in un laboratorio tessile nei pressi di Nuova Delhi, in India, destinato alla produzione di capi di abbigliamento per conto del colosso Americano Gap.
Per questo motivo, la stessa azienda ha aperto un'indagine e contestualmente ha annunciato di aver ritirato i prodotti incriminati dal suo circuito di distribuzione. "Quanto e' emerso ha turbato tutti noi, mi sento tradita, sono arrabbiata con l'azienda indiana: noi proibiamotassativamente il lavoro minorile", spiega Marka Hansen, direttore generale del marchio Gap

L'Odissea di Amitosh
"Mio padre mi ha venduto, ha ricevuto molto denaro e ora non deve piu' sudare nei campi"

L'Inferno
I piccoli faticavano per sedici ore al giorno. "i padroni temevano ritardi per le commesse di Natale"

L'esercito di schiavi
Nell'economia indiana vengono impiegati almeno 13 milioni di bimbi

..CLIK HERE FOR ARTICLE IN ENGLISH....


Wednesday, October 17, 2007

TRICKS FOR LIFESTYLE

HOW TO PEEL A POTATO QUICKLY


HOW TO CLEAN CD/DVD


AMAZING WAY TO MULTIPLY NUMBERS





Sunday, October 07, 2007


Stanotte è mancato il nostro Luca... I tuoi compagni di strada ti salutano...


Ciao Gabibbo !!

Luca ‘gabibbo’ Giacometti, 44 anni, che nei Modena suonava chitarra, bouzouki, mandolino, banjo è morto ieri notte in un incidente stradale sulla A1, nei pressi di Rubiera.
Secondo i rilievi della Polizia stradale di Modena nord, Giacometti, che viaggiava da solo alla guida di una Renault Clio ha sbandato ed è finito contro il guard-rail. E’ stato sbalzato dall’abitacolo ed è morto sul colpo.

Il sito ufficiale dei Ramblers è al momento chiuso con una grande foto di Giacometti in home e il saluto della band.
Sul sito del fan club ufficiale “La grande famiglia” la foto e un post dal titolo Parole difficili per salutare il ‘gabibbo’

dal sito della Grande Famiglia

Parole difficili - da parte di tutti noi

Caro Gabi,
in questa giornata di inizio ottobre certe notizie gelano il sangue manco fosse dicembre inoltrato.

La strada, tanto cara a noi famiglioli vagabondi, rivela quando meno ce lo si aspetta la sua duplice natura: mostro e amica.

E’ stata amica per noi tutti in tantissime notti di viaggio di ritorno da un concerto, con Orione là alto nel cielo che accompagnava noi viaggiatori ovunque fino a farci riposare.
E’ stata amica per tutti i musicisti che, di palco in palco, costruivano sudati e saltellanti la loro vita.

Lo è stata per te…lo é stata per noi… dato che ti ha condotto dentro questa Grande Famiglia con il tuo sorriso, con la tua voglia di interagire con noi, con i tuoi miliardi di braccialetti che facevano a gara con quelli di qualcuno di noi.
Ti ha portato qui con la tua maglia rosso-blu, genoano fino all’osso… pronto a parlare di calcio, a giocare, a farti avanti non appena noi famiglioli mettavamo in campo un pallone.
Ti ha portato nei nostri dopo concerti, ti ha portano nelle nostra chat, nei nostri messenger… sempre amico e sempre disponibile.

La strada, caro Gabi, ti ha portato anche via da noi. Ma non potrà mai portarti via dai nostri cuori, dai nostri ricordi, dalle canzoni che non smetteremo mai di cantare ma che, anzi, sentiremo ancora più intensamente dentro di noi.

Ciao Gabi, grazie per averci incontrati per strada!
“…credi che la morte te l’abbia tolto che non tornerà mai.
Ma cercalo nel tuo cuore e lo troverai…”

font by: kataweb
UN GIORNO DI PIOGGIA.....


farmsatoshi

FarmSatoshi Enjoy Free Satoshi!

Dublin live webcam - O'Connell Bridge